martedì 30 aprile 2013

cucina in verde #5 riso selvaggio con frutta e verdura




Non mi era mai capitato di dover cucinare per tante persone,  casa mia è piccina e delle quattro sedie che avevo all'inizio ne sono sopravvissute solo 2...diciamo che non è il contesto migliore per imbastire elaborati banchetti. Ma nelle ultime settimane mi è successo di collaborare ad un bel progetto, questo qui , e di trovarmi in una cucina vera, con altre due esperte mani a creare piattini sfiziosi in accompagnamento a due proiezioni di documentari di antropologia visiva ...ed ecco quello che ne è uscito.

Un abbinamento colorato, fresco e completo, con ingredienti semplici, leggeri e totalmente verdi, come da tradizione della nostra rubrica....andiamo a vederlo più da vicino!

ingredienti 

  • riso long and wild ( basmati con riso selvaggio, io l'ho trovato alla Coop)
  • mele verdi
  • pompelmo rosa
  • fagioli misti ( neri, rossi e bianchi)
  • fagiolini
  • mandorle tritate
  • uvetta passa
  • finocchio
  • limone
  • semi di girasole
per la salsina
  • yogurt greco bianco
  • basilico fresco 
  • sale
  • olio

procedimento

Per prima cosa fate bollire i fagioli: io avevo preso quelli secchi che sono da mettere nell'acqua 12 ore prima dell'uso e poi vanno fatti cuocere per un'ora abbondante ( quelli rossi infatti tendono a restare sempre un po' duri, io ho aggiunto mezz'ora di cottura).
Simuzzate le mandorle con l'aiuto di una mezzaluna.

Poi fate bollire il riso e fatelo raffreddare a parte, cuocete i fagiolini e scolateli, nel frattempo sbucciate i pompelmi rosa e tenerne solo la polpa, tagliate le mele verdi accuratamente lavate ( di queste tenere la buccia) a dadini, tagliate il finocchio.
A questi aggiungete i fagioli misti raffreddati, l'uvetta passa e condite il tutto con olio, sale e limone quanto basta. 

Preparate una salsina di accompagnamento tritando del basilico fresco, aggiungetelo allo yogurt greco bianco e aggiustate di sale e olio.

Componete quindi il piatto con una buona porzione di riso, un po' di insalata sulla quale spargerete le mandorle tritate e i semi di girasole e un po' di salsa a completare l'opera.





buon appetito! v.

mercoledì 24 aprile 2013

my beauty box aprile 2013: spoiler!


Si avvicina la fine del mese e con lei l'arrivo delle nostre consuete scatoline...più passa il tempo più le varie proposte stanno perdendo di interesse: forse semplicemente il fenomeno ha un po' annoiato, oppure il livello qualitativo si sta davvero abbassando? 

La prima ad arrivare, ma come vedrete non a stupire, è stata la My Beauty Box che questo mese prevedeva una selezione di prodotti accomunati da un ingrediente principale: l'aloe verde.

Andiamo ad analizzarla più nel dettaglio:



  • un doccia sole Equilibra all'aloe per pelle abbronzata ( travel size 100ml)
  • una maschera viso nutriente anti-aging Equilibra all'aloe con acido ialuronico, vitamine e,c, burro di karatè, allantoina, argilla caolinica (12 ml)
  • due campioncini di shampo anticaduta fortificante Equilibra con aloe, argan,cheratina
  • due campioncini di salviette struccanti viso e occhio Equilibra con aloe, olio di mandorle dolci, bisabolo e glicerina
  • un fondotinta velvet touch Sèphir ( una marca che si trova in farmacia e che avrei provato volentieri ma il colore è esageratamente scuro e non adatto alla mia carnagione)
  • un gloss trasparente Sèphir ( odore neutro, non eccessivamente appiccicoso)
  • due perle al retinolo Perlabella che contengono un siero che stimola il rinnovamento cellulare, aiuta la sintesi del collagene e migliora tono ed elasticità cutanea
  • un triangolo esfoliante con fibre di zucca utile contro le cellule morte 
  • un burrocacao Equilibra con burro di karitè, vitamina e, olio di jojoba e olio di carota ( ha un buon profumo e dalle prime applicazioni sembra lasciare le labbra piacevolmente morbide)

Direi che tra tutte le proposte le uniche cose che ho trovato interessanti sono il burocacao ( perchè avevo da poco finito quello che tenevo sul comodino per la notte), l'esfoliante alla zucca e la maschera viso (putroppo in formato troppo mignon), per il resto sono rimasta molto delusa dal colore del fondotinta completamente sbagliato, visto che avevamo compilato un beauty profile per evitare proprio queste incongruenze che impediscono l'utilizzo dei prodotti...

Voi l'avete ricevuta? Cosa ne pensate? Vi hanno stufato le box o siete ancora loro fan?


martedì 23 aprile 2013

BLOG AMICI

Quest'oggi voglio ringraziare pubblicamente il mio amico Federico (un nome, un destino) per la bellissima recensione che ha fatto di me e del nostro blog sul suo blog!

Questo è il suo bellissimo blog: Federico Gasp's Blog 

E questa è la commovente recensione di cui vi ho detto.

Federico è mio amico da una vita, tutta la mia nuova vita iniziata tanti anni fa a Milano.
Insieme abbiamo fatto corsi d cucina, gite alle garzaie, lui ha celebrato il mio matrimonio...l'unica cosa che ancora ci manca è il corso di stamping insieme, perché la mia cistifellea ha deciso di fargli il pacco!!!! :-)

Grazie Fede, del tuo post, ma soprattutto della tua presenza!!
F.

Inlight organic night balm

Care lettrici oggi vi voglio parlare di una linea cosmetica 100% bio, inlight.
La cosmetica moderna offre una gamma di prodotti sempre più ampia. Ma poche formulazioni sul mercato possono dirsi realmente naturali, oltre che davvero efficaci. La linea Inlight è stata creata proprio per soddisfare l'esigenza di una cosmetica protettiva, depurativa e restitutiva, capace di interagire con la pelle e potenziarne i sistemi difensivi. Inlight è una gamma di prodotti vegetali biologici per una trattamento cosmetico completo di viso e corpo, adatto ad ogni tipo di pelle a ritrovare spontaneamente l'equilibrio ed eliminare scorie e tossine. Nella formulazione dei cosmetici Inlight dedica particolare attenzione anche alle profumazioni dei prodotti che sono leggere e delicate e sono dovute alla naturale fragranza dei singoli ingredienti e degli oli essenziali. 



Io voglio parlarvi di un balsamo da notte per il viso 100% ecologico. E' composto da una miscela di olii altamente nutrienti (olio di macadamia, olio di jojoba, burro di karitè) e ricco di sostanze antiossidanti e abbondante olio di carota noto per le sue proprietà antiossidanti e rigeneranti. A queste caratteristiche si aggiungono le note proprietà cicatrizzanti e antiinfiammatorie della calendula e della lavanda e quelle astringenti della rosa e dei fiori d'arancio. Il prodotto è adatto a qualsiasi tipo di pelle anche alle più sensibili. Il prodotto è stato studiato per le pelli stanche, mature e disidratate. 
Io lo sto usando da circa una settimana e lo trovo favoloso per la mia pelle. Il profumo è sublime e la consistenza fantastica. Lo uso la sera, prima d'andare a letto e con la pelle perfettamente pulita, un vero toccasana. Ve lo stra consiglio.Il prezzo non è molto basso ma davvero lo ammortizzate nel tempo in quanto ne serve davvero pochissimo. 
Alla prossima!!!
M.

cucina in verde #4 risotto con le sparasine


Il nostro consueto appuntamento con Cucina in verde oggi incontra la tradizione locale: infatti la protagonista della nuova ricetta è la sparasina, ovvero l'asparago selvatico che si trova da aprile a maggio lungo i fiumi o in campagna. 
Come il suo fratello maggiore ha un buon potere depurativo e sta benissimo nelle frittate o abbinato alle uova sode...ma per il primo esperimento della stagione ho deciso di orientarmi su un grande classico: il risotto.



ingredienti:

  • riso ( io ho scelto quello integrale, che ho trovato perfetto con il sapore selvatico della sparasina, ma potete rimanere fedeli al vialone nano)
  • sparasine
  • scalogno
  • insaporitore vegetale ( o dado, io prefeisco il primo perchè è dosabile più facilmente)
  • formaggio caprino ( io ho usato gli Aperifrais della Camoscio d'oro)
  • vino bianco
  • pepe







 procedimento:



Credo che per il risotto come per la maggior parte dei piatti tradizionali, come  le lasagne al forno, il ragù o i tortellini, ognuno abbia un particolare metodo, risultato di ricette tramandate dalla famiglia ( il ragù di ogni nonna diventa il termine di paragone per tutti i tentativi delle generazioni successive), consigli delle amiche, gusti personali e casualità. Nel mio caso non troverete due ingredienti per altri immancabili: il burro e il grana, che io non amo molto e sostituisco a seconda del risotto con sottiletta, philadelphia o formaggini caprini a fine cottura.

Per prima cosa dobbiamo tagliare le sparasine in piccoli pezzi, conservando a parte le punte, che andranno aggiunte in seguito essendo più tenere. Le faremo cuocere in pentola con un po' di scalogno a pezzettini, dell'insaporitore vegetale e dell'acqua ( nella versione meno leggera si può anche farlo soffriggere con un po' di olio). 
Una volta che ci sembreranno sufficientemente ammorbidite andremo ad aggiungere il riso, aggiustando di acqua e insaporitore vegetale quando ci sembrerà necessario per non farlo attaccare ( vi consiglio di prepararvi a parte un pentolino con dell'acqua da tenere calda o del brodo se lo avete pronto, in modo da non bloccare la cottura del riso con dell'acqua fredda).
Verso fine cottura, invece del brodo, potrete aggiungere del vino bianco per insaporire ulteriormente il piatto e del formaggio caprino che aiuterà a mantecare il riso senza bisogno di burro.





Serviamo poi con del pepe macinato e Buon Appetito!

v.

lunedì 22 aprile 2013

Fondotinta ecobio: la mia esperienza

Quando ci si approccia al mondo del make up ecobio,alcune tipologie di prodotti incontrano subito e facilmente il nostro apprezzamento,risultando più salutari sulla nostra pelle e gradevoli nell'odore e nell'applicazione. Un bel mascara Benecos,un buon rossetto Helan e tutto sembra bello e incoraggiante;la vera sfida è trovare un buon fondotinta,abituate come siamo state per anni ai siliconi e all'effetto super coprente e pelle perfetta (all'apparenza,ovviamente,non considerando gli effetti dannosi che sostanze come siliconi e conservanti provocano sulla nostra pelle a lungo termine).
Io stessa ho avuto non poco filo da torcere in questa ricerca ancora in corso per il prodotto perfetto,e nel mio cammino mi sono imbattuta in diversi brand e tipologie,di cui adesso vorrei darvi il mio parere.
La soluzione più semplice potrebbe sembrare il fondo minerale in polvere,ce ne sono di infinite marche,costose e non,per varie tipologie di pelle. Ed  io gli ho provati i fondi minerali (Lily Lolo,Benecos,Bare Minerals che ritengo tra tutti comunque il migliore,ecc.),ma nessuno ha soddisfatto le mie esigenze,il fondotinta per antonomasia DEVE coprire le mie imperfezioni,discromie,uniformare il mio incarnato,e se possibile,durare ore ed ore. Conclusione:se non hai la pelle pressocchè perfetta all'origine,e allora del fondo puoi fare anche a meno,a dirla tutta,il minerale può facilmente,su una pelle mista come la mia,evidenziare i pori dilatati e creare un fastidioso effetto polvere. 
Conosco ragazze che ci si trovano divinamente,per carità,ma chi come me vuole un "vero" fondotinta,deve cercare altrove.
Ho allora cominciato a testare vari fondi,tanti liquidi e un compatto. E' evidente che il mercato ecobio è ancora in evoluzione per la scoperta di formule ottimali,non è facile,suppongo,ricreare con ingredienti sani e naturali ciò che è stato fatto per decenni con sostanze chimiche. Infatti diverse marche che producono ottime referenze di make up,come matite,mascara,blush,rossetti,ecc. ,sono ancora "impreparate" sulla formulazione di un buon fondotinta. 
Lavera e Sante,ad esempio,marche famose nel settore,con ottimi prodotti sia di skin care che di make up,hanno creato dei fondi liquidi più vicini alla resa di una bb cream che di un fondo vero e proprio,la stesura di entrambi è disomogenea,la coprenza scarsa,anche se tra i due ho preferito il Sante.








Un altro prodotto testato,che non mi ha entusiasmato,è stato il fondo liquido Lepo per pelli grasse ed impure,alla bardana e ratania. Ha un odore molto intenso,di "trucco della mamma" per intenderci,e nonostante fosse formulato per questa tipologia di pelle,l'ho trovato pesante e mi ha reso la zona t oleosa dopo pochissimo tempo,in più non mi ha colpito per coprenza ed omogeneità dell'incarnato. I colori proposti,inoltre risultano tutti piuttosto scuri.





L'unico fondo compatto che sia riuscita personalmente a reperire,escludendo il Lepo,che ritenevo avesse un costo troppo alto e una formulazione non del tutto "pura",è stato il Lavera. 
Che dire,un'ennesima dimostrazione di quanto sia utile ascoltare le recensioni prima di acquistare un prodotto. Deludente davvero,difficilissimo da stendere,forma striature e accumuli di prodotto,e richiede molti minuti di "lavoro"per una resa accettabile,cosa scomodissima per chi come me la mattina ha poco tempo di truccarsi e certo non vuole perderne più di 5 per l'applicazione del solo fondo. 
Per me,assolutamente da dimenticare.





Veniamo adesso al raggio di sole,al fondotinta migliore che abbia mai provato,ancora a pensarci quasi mi commuovo,perchè purtroppo l'ho terminato e non posso ricomprarlo perchè non è in vendita in Italia.
Mi fu spedito in regalo da un'amica,che lo aveva acquistato in Germania,l'ho amato e centellinato fino all'ultimo ml,una crema densa e profumata,ben coprente,che uniforma perfettamente l'incarnato,nasconde tutte le imperfezioni evidenti e mantiene ben opaca la zona t con un filo di cipria per ore ed ore. Un inci meraviglioso,ricco di oli essenziali ed estratti di piante,un toccasana per la pelle,talmente valido che non necessitava di crema idratante prima dell'applicazione.
Indimenticabile,farei una gita all'estero solo per farne scorta a vita. Sto parlando del mio amatissimo fondo liquido minerale Alverde Naturkosmetik.






Tra gli ultimi tentativi in corso,vi segnalo il fondo liquido Avril (linea bio),provato recentemente anche allettata dal prezzo accessibile (circa 6 euro).Che dire,nè infamia nè lode,un'altra pseudo bb cream,dalla stesura mediocre,con striature che si formano sia con le dita che con pennello,coprenza medio bassa. Ehm,no.






Veniamo adesso al fondotinta che attualmente utilizzo ogni giorno,quello che è il miglior compromesso per me tra prezzo,qualità e reperibilità. La prima esperienza con questo fondo è stata complicata,direi quasi sofferta,non riuscivo ad applicarlo senza che mi si "spellasse" sulle guance e che risultasse disomogeneo.
Poi,con l'esperienza,i consigli di ReginaInNeverland (che è una youtuber che apprezzo e che fa sempre recensioni molto sincere),i tentativi andati a male con altri prodotti,compresi innumerevoli campioni,e dopo il "lutto" dovuto alla fine del mio fondo del cuore (hihihihi...),che mi è eroicamente durato mesi con i suoi 30 piccoli ml,ho deciso di riapprocciarmici con più indulgenza,e ho scoperto che preceduto da una buona crema,riscaldato bene tra le dita prima dell'applicazione e steso in fretta prima che asciughi,questo fondo liquido,anzi,cremoso,soddisfa abbastanza le mie esigenze. Copre bene i difettucci,dura parecchio e non "suda via" facilmente,neanche col caldo torrido. E' l'unico che mi sento di consigliare,seppur con le dovute dritte su come utilizzarlo per apprezzarlo al meglio.L'unico reperibile facilmente (si trova sulla maggior parte dei siti ecobio e negozi specializzati)e con una qualità prezzo non indifferente,costa infatti 5,50€. 
E' il Benecos Natural Creamy Make Up.





Con la tranquillità di aver trovato questo "salva pelle" giornaliero,la mia ricerca
per il fondo bio perfetto continua,sono sempre all'erta sui nuovi prodotti (accetto
consigli!!) e non abbandono la speranza di una gita in Germania (anche di un'amica!)
per procurarmi tante cose che qui purtroppo ancora non abbiamo....
Spero che la mia esperienza vi sia utile,sono curiosa di conoscere la vostra! 
                                                                                            A presto,Al.





venerdì 19 aprile 2013

Kiko Fierce Spirit Limited Edition Estate 2013: swatches e opinioni



Da martedì nei negozi e  da poco sul sito ufficiale è arrivata la nuova collezione Kiko per l'estate 2013: Fierce Spirit.
Oggi sono riuscita ad andare in missione velocemente in pausa pranzo, armata di  buone intenzioni, struccante, scotch e cellulare per portarvi a casa gli swatches dei nuovi prodotti e raccontarvi le mie prime impressioni...
Come tutte le collezioni estive di questo marchio (l'anno scorso avrei salvato solo le matite Colour Kajal ), anche questa mi ha colpita poco, credo i loro creativi diano il meglio nelle stagioni meno calde e si prendano una vacanzina in questo periodo :)

Sun Pearl Nail Lacquer




428 River Gren  
427 Amable Chartreuse  
429 Blue Spot 
430 Chili Pepper Red 


Partiamo dagli smalti, che sono pochi e, per me, poco interessanti:
la formula è arricchita con una perla d'oro, che regala dei bagliori di luce ai colori.
Le sfumature non mi fanno impazzire, le trovo anche poco estive devo ammettere, salverei solo il rosso. La stesura è comunque buona e con solo una passata ,come vedete, è molto coprente

Abbiamo poi dei rossetti liquidi a lunga tenuta che uniscono il colore pieno tipico del rossetto alla brillantezza del gloss, disponibili in 6 sfumature



 Vinyl Lips Liquid Lipstick



01 Fruity Tequila
 02 Rich Crimson 
03 Ardent Cherry 
04 Sleek Magenta
 05 Tasty Pitaya
 06 Brisk Wine

I colori sono molto vivi ( anche questi li ho passati solo una volta), la consistenza mi pare cremosa e l'applicatore abbastanza sottile da essere preciso. Dovrebbero essere a lunga tenuta ma non avendone ancora acquistati attendo per confermarlo :)
Quelli che mi paiono più interessanti sono lo 04, un bel magenta luminoso molto estivo e lo 02, un rosso chiaro ottimo per ogni occasione.




Glow Touch Lips & Cheeks




01 Bitter Margarina 
02 Icy Watermelon
 03 Lucky Flamingo 
04 Pleasant Pink Azalea 
05 Spicy Chocolate  
06 Ginger Twist 

Questo è un prodotto che ce ne ricorda uno simile della collezione estiva 2012: si tratta di un lucidalabbra che ha anche la funzione di blush. 
Tutte le colorazioni hanno un buon profumo di burrocacao,  mi piacciono soprattutto lo 02 e lo 01, li ho provati sulle guance e la tenuta mi è parsa buona, mentre la consistenza non mi convince fino in fondo, mi paiono troppo lucidi e appiccicosi. 
Come punti a loro favore la confezione di latta decorata e il loro doppio uso, che li rende adatti ad essere tenuti in borsetta d'estate per risolverci vari drammatici problemi in ogni situazione :)


L'elemento di questa collezione che mi ha colpito di più è certamente l'ombretto in crema utilizzabile anche come eye-liner



Colour Shock Long Lasting Eyeshadow



01 Island Shimmer  
02 Sunset Coral  
03 Golden Earth 
04 Decisive Stone 
05 Fierce Violet 
06 Lagoon Blue
 07 Caribbean Turquoise 
08 Fresh Mojito

La consistenza è cremosa, morbida e leggera, i colori sono davvero intensi e dall'effetto luminoso e pieno. Sono waterproof, che date le temperature in arrivo è una caratteristica fondamentale, e a lunga tenuta. 
Anche questi hanno una doppia funzione: eyeliner e ombretto,  la collezione propone infatti un pennello per entrambe le necessità, ma non l'ho trovato particolarmente interessante.
La confezione è molto carina: una jar di vetro opaco che presenta sul tappo la sfumatura prescelta. Io sono rimasta colpita dallo 02 ( che infatti ho acquistato) e dal bellissimo verde acqua 08: un colore che mi ricorda la mia adorazione senza età per la Sirenetta e che in estate adoro. l'azzurro, il blu e il viola sono veramente belli, ma troppo forti per i make up che uso di solito, se voi siete più coraggiose e fantasiose di me ve li consiglio assolutamente! 

Come giustamente altre hanno già notato, questi ombretti ricordano molto i famosi Astra in crema, sia nella consistenza che nella gamma cromatica, avendone ora uno di entrambe le marche potrò farvi presto una comparazione :)
Per ora vi posso dire che dopo parecchie ore dall'applicazione il colore si vede ancora e non si è depositato nelle pieghette dell'occhio.

Altro elemento interessante della collezione è la spugnetta per il fondotinta, simile alla famosa Beauty Blender, ma di una forma più sagomata. Non l'ho ancora testata perchè da poco avevo comprato la più economica sorellina di H&M e devo ancora dedicarmi a quella

Oltre ai prodotti dei quali vi ho parlato, la Fierce Spirit, che potete vedere interamente a questo link, comprende anche:



 


Generalmente non apprezzo molto i fondotinta Kiko, li trovo sempre oleosi, troppo densi e con poche gradazioni a disposizione, quindi non li ho nemmeno provati...voi sì? 

Quali sono le vostre impressioni su questa collezione? 

Avete comprato o meditate di comprare qualcosa?



UN'AMICA IN CLASSIFICA

Oggi vi racconto una storia di amicizia che nasce da una storia di libri.

Anni fa, parecchi ormai, gironzolando in libreria incappo in un titolo che mi incuriosisce: "Laureande sull'orlo di una crisi di nervi". In quel periodo una mia amica si stava per laureare e anche io ci ero passata da poco. Lo compro e una volta a casa scopro che l'autrice è della mia stessa città, e che ci siamo laureate nella stessa università. Da lì a divorare il libro in un secondo il passo è breve. 
Mi diverto tantissimo, scovo nella terza di copertina l'indirizzo email della giovane autrice e le scrivo. Inaspettatamente mi risponde, le rispondo, mi risponde, ci incontriamo, diventiamo amiche a distanza (io non vivo più nella mia città natale). La seguo sempre, leggendo i suoi libri e la sua pagina facebook.
Da oggi condivido questa sorprendente scoperta con voi, lei è: 




Ha un libro in uscita tra pochissimi giorni e un suo libro al momento è sopra a Dan Brown nella classifica degli e-book scaricabili gratuitamente di Amazon.
Seguitela anche voi sulla sua pagina facebook
e leggete i suoi libri!!!!

F.

O bag, la borsa che cambia.

Ciao a tutte amiche e lettrici di questo blog. Ho latitato un po ma oggi sono pronta a scrivere un nuovo post dedicato ad una borsa che cambia. 
Vi chiederete: che cambia? Ebbene si, la o bag è una borsa prodotta usando una gomma elastomera che ne conferisce morbidezza e leggerezza. Proposta in 20 colori differenti, è un accessorio unico e resistente, lavabile con acqua e sapone e versatile; con le tre versioni di o bag si potrà "creare" la propria borsa cambiando manici, interni e scocca.
Trattasi di una borsa particolare prodotta da fullspot, azienda che produce anche i famosissimi o clock, orologi con cui potrete giocare di fantasia e crearvi il vostro orologio grazie alle molteplici combinazioni di casse e cover proposte in 29 colori.





Ma adesso torniamo alla borsa componibile:


Io mi sono letteralmente innamorata della borsa Beach o bag, ovvero una borsa in versione da spiaggia già composta; i manici in corda si abbinano perfettamente con la scocca in morbida gomma eva, modificata per l'occasione per fare spazio alla stuoia. Un'idea bellissima per le vostre vacanze. Io l'ho acquistata l'anno scorso e mi sono trovata benissimo. Comoda, bella ed utile, un mix perfetto direi!
Il costo delle beach bag è di 59 euro ed io l'ho comprata in un negozio mono marca a Parma.
Ecco qui la mia, rosa acceso! 


E voi conoscevate queste borse? 
Per saperne di più andate sul sito http://www.fullspot.it/.

A presto, M.!




giovedì 18 aprile 2013

Review: I pennelli Glossy Artist di Neve Cosmetics





Fino a pochi mesi fa la mia posizione sui pennelli da trucco era facilmente sintetizzabile in "ho ben dieci dita da usare perchè dovrebbero servirmi?", poi è arrivato da un'amica (grazie F.!) un mini set da viaggio di Zoeva, sono bastati pochi giorni per illuminarmi alla Verità e farmi capire che stavo sfruttando solo un decimo delle mie possibilità: sfumare, delineare, contornare, illuminare, correggere, riempire, minimizzare, opacizzare... improvvisamente davanti a me si aprivano immensi territori inesplorati!

Il colpo finale è arrivato quando Nevecosmetics ha lanciato la sua nuova collezione di pennelli professionali a setole sintetiche "Glossy Artist" che unisce la qualità dei prodotti Neve (che sono da sempre vegani e soprattutto cruelty- free) ad una bellissima scelta cromatica, infatti ogni prodotto di questa linea ha un colore ed una funzione precisi, indicata dal nome scritto sul manico.

Vediamo più nel dettaglio quelli che (per ora) io ho sperimentato:

  • Magenta Sculpt



pennello viso di grandezza media 
ideale per scolpire i volumi del viso, per il correttore nella zona occhi, per illuminare
costo: 11,90 




  •  Rose Angled

pennello occhi
angolato e poroso
utile per colorare in maniera omogenea la palpebra mobile ma soprattutto comodissimo per sfumare l'angolo esterno e sottolineare la piega dell'occhio
costo: 9,90

  • Orange Concealer




pennello da correttore piatto a lingua di gatto
setole molto fitte e compatte, funziona molto bene anche con i correttori cremosi e permette di lavorare quelli densi
costo: 8,90

  •  Turquois Eyebuki




pennello da sfumatura viso e occhi, molto pieno
e un kabuki occhi utilizzabile in vari modi, per stendere prodotti occhi in crema, polvere, pigmenti liberi e sfumare le matite 
tra tutti è quello che ancora non ho imparato a sfruttare pienamente, ma sento che ha delle potenzialità
costo: 8,90

  • Blue Contour




pennello grande e angolato per il viso
è molto morbido
setole disposte diagonalmente ideali per il contouring, per blush, illuminanti e terra.
sul sito lo consigliano anche per stendere fondotinta fluidi, ma devo ancora sperimentarlo per questo uso, mi sono limitata al fard quindi mi riservo la possibilità di un aggiornamento successivo.
costo: 12,90


Il mio giudizio complessivo sui pennelli che ho testato è molto buono, tutti hanno un bel manico in legno dal finish lucido,  il loro maggior pregio è sicuramente la morbidezza delle setole ( oltre alla loro innegabile beltà colorata), non ho ancora provato a lavarli ma per ora non hanno perso nemmeno un pelo. Il mio preferito è Orange concealer perchè dona un risultato molto naturale al correttore in stick che uso ( al momento uno di Kryolan del quale vi parlerò certamente perchè è entrato nella mia top prodotti). 
Prossimamente vorrei prendere anche il Purple Flat, un pennello piatto dalle setole compatte per stendere i fondotinta fluidi o in polvere: ne ho letto ottime recensioni ed è un articolo che mi manca, avendo solo un pennello per fondotinta a setole piatte di Sephora che non mi soddisfa molto, lascia delle striscie troppo visibili e devo sfumarlo successivamente con le dita...lo inserirò nella mia wishlist!
Voi ne avete provato qualcuno? Come vi trovate?

ps. Se siete interessate a qualche acquisto dal sito Neve Cosmetics fino al 21 aprile ci sono le spese di spedizioni a 2 euro e i rossetti della nuova collezione Dessert à lèvres in offerta lancio!

v.







UN LIBRO SULLA PANCHINA # 2: L'arte di correre sotto la pioggia


Negli ultimi anni siamo stati sommersi da libri che hanno come protagonisti gli animali.
Questo romanzo di Garth Stein è un passo avanti rispetto a tutti gli altri. La storia non è incentrata sul cane, Enzo, ma è il romanzo di una famiglia composta da un uomo, una donna, la loro bimba e il cane.
Enzo è uno dei personaggi, esattamente come lo sono gli umani della storia.
Si chiama così perché il suo umano è un appassionato di corse e auto sportive e il meraviglioso esemplare di labrador deve il suo nome ad Enzo Ferrari, mito di tutti gli appassionati.
La storia è una storia di vita, di dolore, di speranza, di amore tra umani e di amore tra umani e animali.
Io mi sono commossa tantissimo e conservo questo libro nel mio cuore, anche se l'ho letto un po' di anni fa.
F.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...